Workshop sui Simbruini
Ottobre 2016

30 ottobre 2016
Workshop fotografico sui Monti Simbruini
I colori dell’autunno

RICHIEDI INFO

L’opportunità che questo workshop fotografico sui Simbruini presentato da TrueLens vuole offrire ai partecipanti è quella di catturare il colore dell’autunno, i toni vibranti trasformeranno scene molto semplici in una malia di tinte rosse, gialle e arancioni. La Montagna offre in questo periodo spettacoli naturali meravigliosi: i colori della Foresta – solo per poche settimane – si accendono d’infinite sfumature grazie anche alla presenza di specie sempreverdi che spiccano dando un tocco di varietà ai gialli e arancioni dei faggi. I piccoli gruppi di abeti che si inseriscono prepotentemente nel bosco ci regalano piacevoli “interruzioni” di verde rendendo il tutto molto più vario e fotograficamente accattivante.
La pioggia e la nebbia, in questo periodo abbastanza frequenti, si impadroniranno della giornata che trascorreremo all’interno dei boschi e creeranno un’atmosfera mistica e sognante che ben si presta alle fotografie specie in abbinamento ai colori caldi e accesi del fogliame. Trovandoci ad un’altitudine elevata (tutte le passeggiate o mini-trekking si svolgeranno tra 1400m e 1750m) non sarà difficile avere una situazione di luce diffusa (moto indicata per ritrarre il fogliame colorato senza fastidiose ombre nere) grazie a nuvole basse che con un po’ di fortuna si “incastreranno” sulle cime attorno a noi avvolgendoci in un manto di nebbia fitta. Tale situazione frequente in autunno può essere assolutamente indicata per creare un’ambientazione suggestiva, gli alberi o gli elementi più lontani rispetto al nostro punto di ripresa appariranno quasi “nascosti”, celati misteriosamente da questa foschia che ottenebra magicamente tutto.

Workshop fotografico sui Simbruini

Il territorio dei Simbruini e le location

I Monti Simbruini, detti anche Alpi Romane, sono una catena montuosa dell’Appennino centrale sita nel Lazio al confine con l’Abruzzo. Una gigantesca area (30.000 ettari) sub-appenninca tutelata con l’istituzione del Parco Naturale Regionale del 1983. Caratterizzati da importanti aree forestali che si estendono da un’altezza di 1000m fino ai 1800m, i Monti Simbruini hanno un grande fascino naturalistico dovuto anche alla vetustà degli alberi presenti nelle foreste.
Visiteremo principalmente il comprensorio livatese, cuore del Parco, che è identificato generalmente col toponimo di Monte Livata (più semplicemente Livata) che si articola al suo interno in varie contrade o zone, tutte accomunate dalla natura carsica del suolo, ma differenziate tra loro, per altitudine e vegetazione. I luoghi dove si articoleranno le principali sessioni di scatto sono:
Campo dell’Osso, situata a quota 1580m circa;
Monna dell’Orso, situata nella zona sommitale dell’Altopiano di Monte Livata, si estende da 1600m a 1750m di altitudine;
Fondi di Jenne, ampio pianoro carsico sito a nord del centro urbano di Jenne, a 1400m s.l.m;

Da sapere

Per partecipare NON è necessario alcun know-how strabiliante, nessuna abilità operativa particolare e nessun curriculum fotografico invidiabile. Occorre invece: la voglia di stare un’intera giornata a guardare il Bosco attraverso l’oculare della propria macchina fotografica; la forza fisica necessaria a fare un’alzataccia (la paesaggistica implica sessioni di scatto in orari in cui solitamente la gente “normale” dorme profondamente!); avere una macchina fotografica (pellicola, digitale o anche toy-camera Lomo… l’importante è che siate in confidenza col vostro mezzo fotografico!), un cavalletto ed uno scatto remoto (che sia flessibile o telecomandino hightech senza filo); scarponcino da trekking.

Partecipanti min 4 massimo 8; costo dell’iniziativa 70€ per ognuno;
• La quota comprende la conduzione e l’assistenza fotografica di Giacomo Ciangottini e Davide Palmieri per l’intera giornata;
• La quota NON comprende il trasporto ma gli organizzatori saranno lieti di offrire un passaggio a chi non sarà auto-munito in quei giorni;
• abbigliamento consigliato: tecnico/impermeabile, visto il periodo autunnale è consigliato un abbigliamento abbastanza pesante ma soprattutto anti-vento ed impermeabile.
• attrezzatura consigliata: è consigliatissimo ma NON necessario l’utilizzo in fase di ripresa di filtri neutri e/o digradanti (che siano a lastra o a vite è lo stesso!); qualora i partecipanti NON disponessero di alcun filtro ma fossero interessati gli organizzatori metteranno a disposizione il loro set di filtri per spiegarne appunto l’utilizzo.

Per info e prenotazioni scrivere a info@truelens.it
Per iscriversi è necessario pagare la quota di iscrizione (o inviare un acconto) tramite PayPal o bonifico. Per richiedere gli estremi per il pagamento scrivete a info@truelens.it. Essendo un WorkShop con numero di posti disponibili limitato la prenotazione si riterrà effettiva solo al momento della ricezione del pagamento.

Nebbie mistiche nelle faggete sui Simbruini